Un nuovo servizio agli utenti interessati dai conguagli sulla depurazione

creato da Massimiliano Pagni ultima modifica 2016-03-03T17:12:07+02:00

Sono circa 58mila i cittadini toscani interessati dalla revisione degli archivi dell’utenza di Publiacqua (gestore del servizio idrico integrato in una vasta area regionale che comprende, tra gli altri, Firenze, Prato, Pistoia), per lo più concentrati nell’area pistoiese. Molti di loro hanno pagato un costo inferiore ai servizi ricevuti nell’ambito della depurazione delle loro abitazioni; altri hanno pagato di più per servizi non ricevuti. Adesso si tratta di restituire a chi ha dato di più e chiedere qualcosa a chi non ha pagato a sufficienza.

Tutto questo, fino a ieri, era molto difficile da stabilire perché non esisteva ancora uno strumento che potesse definire con esattezza la posizione dei vari utenti. Adesso Publiacqua, su suggerimento dell’Autorità Idrica Toscana, ha messo a punto una piattaforma informatizzata (sviluppata da “Ingegnerie toscane”) che permette di individuare, attraverso un sistema georeferenziato, l’ubicazione dell’utente per capire se è già allacciato alla fognatura, se sarà depurato in futuro o se per la sua zona non è prevista la depurazione. È un database complesso che però si può utilizzare facilmente. Così Publiacqua ha fornito alle associazioni dei consumatori toscane (Adiconsum, Adoc, Federconsumatori), l’uso di questo programma informatico, in modo tale che ogni utente, che rientra nei casi elencati sopra, può andare al più vicino sportello delle associazioni di consumatori e chiedere informazioni riguardo alla propria bolletta del servizio idrico integrato. Tutto sarà semplice e fornirà notizie certe ai cittadini.

Firenze, 3 marzo 2016