Incontro su tariffe Gaia

creato da Massimiliano Pagni ultima modifica 2017-01-17T17:53:09+02:00
L’Autorità Idrica Toscana convoca il sindaco di Massa, GAIA e il comitato “Acqua alla Gola” per discutere di consumi e costi

La tariffa fa dannare tutti. E soprattutto gli utenti delle zone dove ci sono alti consumi. Da tempo nella zona di Massa alcuni cittadini si lamentano delle bollette di GAIA, il gestore del servizio idrico della zona nord-ovest della Toscana. Così, Alessandro Mazzei (direttore generale dell’Autorità Idrica Toscana), il 15 novembre ha ospitato presso gli uffici fiorentini dell’AIT il sindaco di Massa Alessandro Volpi, il presidente di GAIA Vincenzo Colle, il direttore di GAIA Paolo Peruzzi e i rappresentanti del Comitato “Acqua alla Gola”.

Un proficuo incontro di circa due ore dove c’è stato modo di confrontarsi, approfondendo le questioni della tariffa del servizio idrico e dei consumi elevati. Al termine della riunione si sono stabiliti in calendario due appuntamenti istituzionali che definiranno ulteriormente i temi affrontati: la Conferenza territoriale di AIT i primi di dicembre, e a seguire l'Assemblea generale dell'Autorità verso metà dicembre.

"Il tema del caro bollette non può che essere legato al volume dei consumi" ha dichiarato Alessandro Mazzei "GAIA ha le tariffe più basse di tutta la Toscana (escludendo Geal di Lucca che opera in un bacino di utenza molto più ristretto). Abbiamo ascoltato le proposte del comitato e siamo disponibili a fare delle proiezioni di costi, come ci richiedono, modificando le fasce di consumo con scaglioni più estesi fino a 150 mc. Tuttavia deve essere molto chiaro che facendo risparmiare da una parte bisogna per forza aumentare da un'altra, per garantire lo stesso livello di servizio".

"L'impegno della Società ad ascoltare le istanze degli utenti è testimoniato dal fatto che a breve l'Autorità Idrica Toscana discuterà in Assemblea le proposte di GAIA sull'annunciata riforma dei distacchi per morosità - ha dichiarato il Presidente di GAIA Vincenzo Colle - Come avevo già detto in passato GAIA non vuole operare nessun distacco del contatore per le utenze "vulnerabili", definite tali o perché appartenenti al Fondo Utenze Disagiate o perché beneficiarie dell'agevolazione ISEE. Per queste utenze il servizio idrico sarà sempre garantito. Per tutte le altre utenze, in caso di morosità persistente, verrà applicato per 2/3 mesi un limitatore del flusso. Oltre al limitatore sarà accordata anche la possibilità di pagare le bollette insolute attraverso dei piani di rateizzazione straordinaria".

 

Durante l'incontro si è parlato anche dei consumi elevati registrati a Massa e dell'importanza di prestare attenzione alle proprie abitudini come primo passo per contenere i costi in bolletta "GAIA può anche impegnarsi - ha aggiunto Alessandro Mazzei – ad attivare la distrettualizzazione delle reti e i monitoraggi, e la riduzione di pressione durante le ore notturne: tutte misure che servono a contenere i consumi generali nell'acquedotto e quindi l’utenza".