Il Regolamento per la tutela dell'utenza nel servizio idrico

creato da Massimiliano Pagni ultima modifica 2014-04-22T11:45:48+02:00
Norme per la gestione del contenzioso con i gestori Toscani dei servizi idrici

Il Regolamento di tutela dell’utenza definisce le procedure di tutela, per gli utenti del servizio idrico integrato toscano ed è suddiviso in tre sezioni che disciplinano gli strumenti ordinari e extragiudiziali di garanzia.

Nel caso, infatti, un utente ritenga che il servizio ottenuto non sia coerente con i requisiti del contratto di fornitura oppure ritenga necessario avere alcuni chiarimenti, può chiedere o inoltrare un reclamo al gestore, il quale è tenuto  a rispondere - ai sensi del Regolamento e della Carta dei Servizi allegati ai contratti di utenza – in maniera soddisfacente ed entro un limite di tempo stabilito.

Se l’utente non ritiene idonea la risposta ricevuta dal gestore, o la risposta non arriva nei tempi previsti, l’utente può scegliere due percorsi di tutela diversi:

  1. rivolgersi a una delle associazioni dei consumatori riconosciute e pretendere che il suo caso sia dibattuto nella commissione paritetica, cioè fra l'associazione e il gestore;
  2. se invece non intende avvalersi di un'associazione dei consumatori può chiedere l'intervento della commissione conciliativa regionale dove, oltre al gestore, è presente il Difensore Civico Regionale (o un suo delegato) in qualità di presidente e l'utente stesso o un suo rappresentate qualora quest'ultimo decida di fornire apposita e specifica delega a una Associazione o a un legale.

 

La scelta tra le due forme di tutela è completamente libera e discrezionale per l'utente non esistendo fra i due percorsi alcun vincolo di subordinazione.

Il Regolamento di tutela dell'utenza è di seguito disponibile